Una vigilante rimprovera la panchina del Barcellona!

Atletico Bilbao – Barcellona potrebbe essere  una tappa importante per i catalani in vista del successo finale nella Liga: recuperati tre punti ai capo-classifica del Real Madrid, tramortiti nel derby cittadino per 4-0, grazie alla vittoria in terra basca con un sonante 5-2 e morale alle stelle. Ma a far clamore è stato il rimprovero subito dalla panchina blaugrana, composta fra gli altri da Mascherano, Pedro, Rafinha e Adriano. E proprio quest’ultimo ha fatto arrabbiare un tifoso di casa che, seduto nella prima fila subito dietro la panchina, si era lamentato con gli stewards per il suo continuo alzarsi, disturbandogli la visione del match. E la persona addetta alla sicurezza, per nulla intimorita, indica chiaramente di stare tranquillo!

Pavia e Adriano: l’Ex Imperatore in Lega Pro ?

L’indiscrezione che girava fra gli operatori di mercato e che alcuni giornali locali avevano riportato nelle ultime ore, volevano che il Pavia, capoclassifica nel girone A di Lega Pro ed Adriano, ex di numerose squadre fra cui Inter, Parma, Fiorentina e Roma, avessero trovato l’accordo per un contratto grazie ai capitali del presidente cinese Xiadong Zhu. Addirittura si diceva che l’ex Imperatore fosse stato intravisto nella città lombarda, sicuramente nelle prossime ore sarà svelato il mistero del rientro in Italia dell’ormai attaccante 33enne.

Adriano: nuova vita al Le Havre (B francese)

L’Imperatore è tornato: Adriano, ex ormai di numerose squadre torna al calcio giocato e lo farà indossando la casacca del Le Havre, club che milita nella Serie B francese, attualmente situato in undicesima posizione. Ad annunciare l’accordo è stato l’ex di Roma, Inter e Parma nella giornata di Natale con un tweet: “Un felice natale per tutti i miei nuovi sostenitori del Le Havre. Sono felicissimo di essere al vostro fianco per una nuova sfida sportiva”

Adriano: ancora guai, rifiuta l’alcol-test

Problemi che non finiscono mai per l’ex ormai calciatore Adriano, detto l’Imperatore. Dopo anni passati a brillare più di notte che sui campi da gioco, numerosi contratti firmati e poi non rispettati, sarebbe incorso ancora in guai con la giustizia ordinaria.
Dal Brasile arrivano infatti nuove notizie (negative) sul suo conto:  secondo quanto riportato dall’autorevole “Lancenet”, Adriano, incorso in un controllo delle forze dell’ordine alla guida della sua Mercedes CLS 63, si sarebbe rifiutato di sostenere l’alcol-test, subendo così il ritiro della sua macchina da un amico.

Adriano alla carica: torno presto

Non si arrende all’età ed ai dolori il brasiliano Adriano; dopo l’ennesimo fallimento, sfociato nel novembre scorso con la cacciata da parte del Flamengo per motivi disciplinari, l’ex bomber di Inter, Fiorentina, Parma e Roma promette che si sta allenando e che ha ricevuto diverse proposte per tornare a calcare il manto erboso, senza però rivelare i nomi delle squadre.

“Apprezzo profondamente i miei tifosi che continuano a sostenermi. Sanno che mi alleno duramente e che sono determinato a tornare. Spero che il 2013 sará un anno di successi“, ha rivelato Adriano che nel Flamengo non è riuscito a disputare nemmeno un incontro. Ha anche affrontato una battaglia costante con il suo peso, dopo che a novembre la bilancia ha toccato anche quota110 kg. Negli ultimi due anni e mezzo, l’attaccante ha giocato solo 17 partite ufficiali, segnando due gol.

Adriano stupisce ancora: vuole un’altra chance

Dopo l’ennesimo fallimento calcistico con l’abbandono del Flamengo, che doveva essere il trampolino di lancio per il rilancio anche a livello umano, Adriano in un’intervista rilasciata a Fox Sports dichiara di non volersi arrendere e che la sua uscita dalle scene è solo temporanea.

“Conosco il mio potenziale, non devo dimostrare niente a nessuno. Tutti dicono che sono spacciato, ma non è così. Voglio tornare al Flamengo e prepararmi bene nel pre-campionato. Tutti sono abituati nel vedermi giocare al massimo, se dovessi tornare ora sarei al 50% e vi lamentereste. Mancano quattro o cinque partite al termine della stagione, allora ho detto a mia madre ‘Non è meglio aspettare un po’? Mi sento perseguitato, non posso mangiare un hot dog o un hamburger o comprarmi una macchina senza che se ne parli. Tutti mi giudicano, non posso prendere una birra se no sono un ubriacone”.

Cassano punta la villa di Adriano, vicini di casa preoccupati

Anche a spiegarlo, la gente non si fida. Le persone continuano a pensare che Antonio Cassano giri per casa con l’espressione della foto qui sopra.

Invece Fantantonio è diventato un padre di famiglia, tutto casa e lavoro; e casa per lui ora vuol dire tranquillità.

Per questo sta pensando, almeno secondo le indiscrezioni apparse oggi su Libero, di diventare il nuovo inquilino della splendida villa di San Fermo della battaglia (provincia di Como), dimora che ha già visto illustri ospiti come Thiago Silva e Adriano.

Il problema risale proprio ai predecessori del barese; il vicinato ebbe grossi problemi d’insonnia a causa delle feste organizzate dai due brasiliani e temono che il passato possa ritornare presente, proprio a causa del fantasista nerazzurro.

Tranquilli, abitanti di San Fermo: Antonio ora è un uomo pacato, dedito alla sua Carolina e al loro piccolo Cristopher. Come voi, andranno a letto presto.

Adriano non perde peso e nemmeno il vizio: ancora nei guai

 

Adriano ne combina una più di Pierino. Ma non ne sa una più del Diavolo, altrimenti non si metterebbe sempre nei guai, con una apparente e disarmante facilità.

L’ex giocatore di Inter, Roma e Parma, appena accasatosi al Flamengo, ha saltato l’allenamento di lunedì senza fornire nessuna spiegazione al suo nuovo club. L’attaccante, dopo aver dato una festa domenica sera nella sua dimora a Barra de TIjuca, alle 5 del mattino successivo si è recato alla favela di Vila Cruzeiro, a Rio, a quanto pare per una rimpatriata con i suoi amici d’infanzia. Ritornando a casa, con la sua Bmw bianca è stato coinvolto in un incidente con un motociclista, fortunatamente senza gravi conseguenze per nessuno.

Dopo essersi presentato ai media visibilmente sovrappeso – e non è una novità – durante le foto di rito con la nuova maglia, Adriano rischia di cascare di nuovo nella consueta girandola di errori; gli stessi che ne hanno limitato la carriera, che in potenza lo avrebbe potuto portare ai vertici del calcio mondiale, forse per lungo tempo.

Sarebbe comunque ingiusto accanirsi contro di lui, con la superficiale spietatezza di chi non conosce a fondo la persona. Considerando anche l’evidente necessità di un aiuto psicologico importante, palesata più volte dallo stesso calciatore.

Tuttavia bisogna non dimenticare le numerose società che nel corso del tempo gli hanno teso una mano: il calcio non è un mondo di benefattori, certo, ma un professionista dovrebbe rispettare gli impegni presi.

Non bastano più le lacrime.

Adriano ci riprova: Flamengo ultima spiaggia?

Vicissitudini personali e l’infortunio al tendine d’Achille che lo hanno tenuto lontano dal calcio giocato in questo anno e mezzo, in cui ha disputato solo sette partite, avevano costretto il club del Corinthians a concludere l’avventura con Adriano.

Ora si è materializzata e concretizzata  la proposta del suo primo amore, il Flamengo. Secondo la stampa brasiliana,l’accordo prevede per l’Imperatore un contratto a rendimento, circa 30mila euro per ogni presenza e segnatura, fino a dicembre.

“E’ impossibile spiegare quanto sia felice. Ringrazio chi mi è stato vicino aiutandomi a superare un momento difficilissimo, e il Flamengo per aver deciso di darmi questa opportunità. Adesso devo pensare a onorare la maglia. Da oggi contate su di me”, è stata la prima dichiarazione del giocatore dopo l’annuncio dell’accordo.