Jaimes Rodríguez presenta la nuova maglia della Colombia

Fermo ai box causa un infortunio, Jaimes Rodriguez non ha volto far mancare l’affetto per la sua Colombia, nazionale che lo messo in mostra ai recenti Mondiali di Brasile 2014 e gli hanno permesso di entrare nelle mire del Real Madrid che lo ha ingaggiato nell’ultimo mercato estivo.

Così su Twitter, il numero 10 ha postato la nuova camiseta dei cafeteros con un messaggio chiaro: “E’ un orgoglio indossarla, un onore. Tutti con la maglietta ufficiale della Colombia“.

Messico: addio alla maglia tri-color

E’ un cambio totale: la nuova maglia del Messico non presenta il classico tri-color che da sempre ha rappresentato i centroamericani su tutti i campi di calcio. L’Adidas ha infatti ufficializzato la nuova “camiseta” che sarà, per quanto riguarda la divisa casalinga, completamente di colore nero con linee sottili orizzontali grigie mentre il bordo inferiore presenta i colori nazionali messicani. Inoltre il colletto è a girocollo e sul retro la scritta Mexico è stata creata con carattere atzeco.

La seconda maglia invece è di colore bianco, colletto alla “coreana” ed i tre colori sono invece rappresentati sul fondo della divisa a linee orizzontali. Il Messico indosserà la nuova veste in competizioni ufficiali in Coppa America, a cui prenderà parte in qualità di per la settima volta nella sua storia e successivamente alla Gold Cup in USA e Canada dal 7 al 26 luglio prossimo.

 

Manchester United: in un tweet la nuova maglia

Potenza dei social: il Manchester United ha postato con un tweet l’immagine della maglia che verrà indossata dai Red Devils nella prossima stagione 2015-2016. A dire la vertià si tratta di un’idea che forse, per motivi di marketing, è stata immessa nel mondo virtuale per testarne la validità presso i fans. Per la prima volta infatti il brand che realizzerà le divise sarà l’Adidas, dopo un legame che il club aveva mantenuto con Nike per ben 13 anni.

L’importo del contratto di sponsorizzazione è pari alla cifra monstre di 750 milioni di sterline, al cambio attuale circa 968 milioni di euro, e della durata di 10 anni.

Il Milan sempre più tecnologico: nasce myCoach

La collaborazione fra Adidas e Milan arriva ad un importante punto di svolta:  dopo il supporto tecnico, arriva il primo sistema per la valutazione statistica delle prestazioni dei giocatori rossoneri durante gli allenamenti. D’ora in avanti i rossoneri utilizzeranno infatti miCoach Elite System, un sistema sviluppato a partire dal 2010 da Adidas, con la collaborazione di MilanLab, che permette ad allenatori e giocatori di consultare in tempo reale alcuni valori chiave, come frequenza cardiaca, velocità, scatto, distanza percorsa, posizione sul campo e anche la potenza, per la prima volta.

Ecco il pallone della finale di Champions League

Adidas ha svelato il Finale Wembley, il pallone ufficiale della seconda fase della UEFA Champions League 2013, che verrà utilizzato a partire dal 12 febbraio con l’inizio degli ottavi di finale, e sarà protagonista fino alla finale in programma il 25 maggio a Wembley.

Il design del Pallone è ispirato dal fatto che quella del 2013 sarà la settima finale della massima competizione europea ad essere disputata nello stadio londinese. Wembley ha ospitato le vittorie di alcune fra le più grandi squadre della storia del calcio: il Milan nel 1963, il Manchester United nel 1968, l’Ajax nel 1971, il Liverpool nel 1978 e il Barcellona nel 1992 e nel 2011.

All’interno del disegno a stella sono stati state inserite le date in cui sono state disputate le 7 finali, compresa quella ancora da disputare.

Brazuca è il pallone di Brasile 2014, ma nascono le prime polemiche

Dopo un sondaggio effettuato tramite internet solo fra i tifosi brasiliani ed aver incoronato “Brazuca” come il nome scelto rispetto ai rivali Bossa Nova, e Carnavalesca, sono sorte le prime questioni legate alle origini della parola.

“Brazuca infatti è un termine dispegiativo”, ed è stato appiccicato agli immigranti brasiliani in quanto chi vive in Brasile non è un Brazuca; tuttavia nel corso degli anni il significato si è affievolito ed accettato ovunque. Subito dopo la lettura del risultato del referendum sul canale TV Globo da parte dell’ex giocatore di Roma e Milan Cafu, il sito ufficiale della FIFA riportava che si tratta di «un termine informale, utilizzato dai brasiliani per descrivere l’orgoglio nazionale per lo stile di vita del loro paese. Significa emozione, orgoglio e disponibilità con tutti, ed è in questo stesso modo che i brasiliani si approcciano al calcio».