Salah – Fiorentina: domenica il ritorno da romanista a Firenze

salah fiorentina

e la , una storia d’amore finita male

Domenica l’egiziano giocherà per la prima volta contro la sua ex squadra

A Firenze certe storie d’amore non finiscono mai, come quella tra i tifosi viola e un certo Roberto Baggio. Altre invece, finiscono anche nel peggiore dei modi. E’ il caso di Mohamed Salah (egiziano, 23 anni) preso in prestito dal Chelsea nel 2015, definito il nuovo Messi d’Egitto. Giocatore dotato di talento, con la maglia viola colleziona 9 goals in 26 presenze tra campionato, Coppa Italia ed Europa League. Conquista subito il cuore dei tifosi fiorentini come fece qualche anno prima il mito di Roberto Baggio ma la storia non si
conclude allo stesso modo. A fine stagione la Fiorentina versa la cifra concordata per esercitare la clausola per il riscatto del calciatore, ma una scrittura privata permette a Salah di liberarsi unilateralmente dal club. La Fiorentina però non la ritiene valida e minaccia azioni legali. Dopo una lunga trattativa, il 6 agosto il Chelsea cede Salah alla in prestito per 5 milioni di euro con opzione di riscatto condizionato al verificarsi di determinate prestazioni; firma un contratto quadriennale da 3 milioni di euro più bonus a stagione e sceglie di indossare la maglia numero 11, con l’intenzione di tenerla per diversi anni qualora Mourinho non avesse alcun pensiero di rivederlo in Inghilterra con i blues.Foto Francesca Soli - LaPresse31 05 2015 Firenze (Italia)sport calcioCampionato Serie A 2014-2015Fiorentina vs ChievoNella foto: Salah esce fa gli applausiPhoto Francesca Soli - LaPresse31 05 2015 Firenze (Italy)sport footballFootball League 2014-2015Fiorentina vs ChievoIn the pic: Salah exits the field

Domenica per lui sarà la prima partita da ex contro la Fiorentina e sono preannunciati i fischi per l’attaccante giallorosso. Il “traditore” potrà solo rispondere sul campo a suon di goals. L’enorme differenza che distingue Salah e Baggio è che il primo ha lasciato la città da “mercenario”, il secondo da giocatore ma soprattutto da uomo e a Firenze questi valori contano più di qualsiasi altra cosa.

Autore: Mario Xhari