Pepito Rossi: dopo l’ultima operazione, sarà Napoli o Roma?

 

 

Alla fine di questo mese, ancora non è chiara la data precisa, Giuseppe tornerà sotto le mani ed i ferri del Dottor Steadman, in Colorado, per l’intervento di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio destro. Nello scorso aprile Pepito aveva già subito una prima operazione di riempimento dell’osso, dopo il secondo infortunio patito in allenamento con il Villarreal. Com’è noto, questo iter aveva fatto saltare gli Europei all’attaccante azzurro, dopo il primo e già lungo calvario, seguito alla rottura del crociato – sempre dello stesso ginocchio – durante la gara persa contro il Real Madrid al Bernabeu, nell’ottobre del 2011.

Sul 25enne del Sottomarino Giallo si era mosso un po’ di mercato nell’ultima settimana di agosto: si era parlato per lui di un timido sondaggio da parte di , e , con la società partenopea senza dubbio più interessata; non è infatti un mistero che il presidente sia da sempre un grande estimatore di Rossi. E’ possibile che pensi a lui come eventuale rimpiazzo di Cavani – sebbene le caratteristiche dei due siano differenti – qualora dovesse partire alla fine del prossimo anno. Anche il ds giallorosso e Zeman non nascondono l’apprezzamento per il talanto ex Manchester United, ed attendono sviluppi.

Giuseppe dovrebbe rientrare a marzo 2013, salvo imprevisti ulteriori, è lecito perciò aspettarsi un surriscaldarsi progressivo di eventuali trattative; il giocatore andrà in scadenza solo nel 2016 con la società spagnola, ma le quotazioni sono andate in picchiata, sia per gli acciacchi che per i destini dello stesso , caduto in disgrazia.