La Lanterna è blucerchiata: 3-1 e Ferrara respira

7-5 prima della gara, le sconfitte consecutive per parte, 3-1 al 90° in campo e stavolta la superiorità numerica consiste nella vittoria del della Lanterna, stracittadina per disperati come era stata descritta da più fronti per le pessime situazioni di mercato, utilizzando un termine che spesso ha invece un significato ben peggiore. I doriani con il solo giovane 19enne , argentino e proveniente dal vivaio dell Barcellona, che prende per mano la sua squadra e la conduce alla vittoria scaccia crisi che salva la panchina di e forse allontana da quella rosssoblù.

(4-5-1): Romero, Mustafi, Gastaldello, Rossini, Costa; Krsticic (21′ st Estigarribia), Munari, Obiang, Maresca (38′ st Tissone), ; Icardi (44′ st Soriano). A disp.: Berni, Falcone, Renan, Castellini, Poulsen, De Silvestri, Juan Antonio, Savic, Austoni. All.: Ferrara

(4-4-2): Frey; Sampirisi (38′ st Rossi), Granqvist, Bovo (1′ st Bertolacci), Moretti; Jankovic, Kucka, Tozser (1′ st Vargas), Antonelli; Borriello, Immobile. A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Canini, Merkel, Seymour, Melazzi, Hallenius, Said. All.: Delneri

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 16′ Poli (S), 36′ aut. Bovo (G), 28′ st Immobile (G), 43′ st Icardi (S)

Ammoniti: Icardi, Munari (S), Moretti, Kucka, Antonelli, Sampirisi (G)