Inter provinciale? Stramaccioni non ci sta

All’indomani della seconda vittoria in due partite in trasferta (intramezzata dal ko casalingo con la Roma) l’Inter si risveglia con qualche certezza in più a partire dai riscontri arrivati dalla nuova coppia centrale formata da Andrea Ranocchia e Juan Jesus. Il ventunenne brasiliano, in particolare, era all’esordio e ha subito messo in mostra una buona personalità abbinata a potenza fisica e discreta tecnica. Una coppia molto giovane (Ranocchia ha 24 anni) che ha bisogno di essere rodata, ma ieri ha retto bene all’urto di un Torino che spesso si affacciato nei pressi dell’area interista.

Nuovo assetto con Cambiasso spola tra centrocampo e difesa
Inter che si è presentata a dispetto dei granata con una formazione più abbottonata del solito con Stramaccioni che ha tolto una punta per inserire un centrocampista in più e affidare a Cambiasso il ruolo di playmeker molto basso che spesso in fase di non possesso di affiancava ai due centrali difensivi. Mossa azzeccata e probabilmente dettata dall’assetto tattico del Torino che tiene molto alte le ali esterne. C’è però chi ha obiettato sull’eccesso di difensivismo del giovane tecnico nerazzurro che non ha mancato di replicare in maniera alquanto stizzita. Nel corso del programma “Serie A Live” su Premium Calcio, l’allenatore dell’Inter ha puntualizzato: “Non vedo niente di provinciale nell’atteggiamento dell’Inter: quando si parla di questa squadra penso che bisogni contare fino a dieci e sciacquarsi la bocca: quando vincono in questo modo le altre squadre va tutto bene, se lo facciamo noi veniamo definiti provinciali”. “Questa era una partita delicata per noi, contro una delle squadre più in forma del campionato, in pochi faranno risultato qui”, ha aggiunto Stramaccioni. Sulla difesa il tecnico si è detto contento della prova di Juan che “ha confermato quanto si è visto in settimana”.

Il video della conferenza stampa post-partita di Stramaccioni (tratto da youtube.com)

http://www.youtube.com/watch?v=HAAvSTI-gHU