Corini: salvezza e poi un futuro importante?

Saggio vuole mostrarsi Eugenio , a dispetto del suo soprannome con cui veniva chiamato quando si trovava in mezzo al campo a gestire le squadre in cui ha militato. Ed una volta passato a dirigere dalla panchina, si è mostrato tecnico abile a lavorare in silenzio, senza troppi proclami.

Ecco dunque che , con il ormai indirizzato verso una tranquilla   non si mostra spavaldo ma pensa solo e soltanto la match di sabato 30 marzo contro il : «Al momento ho in testa solo il e di fare più punti possibili da qui alla fine della stagione – ha detto al tg gialloblu – Non ci vogliamo affatto fermare anche perché la matematica non dice ancora che siamo salvi. Sono assolutamente tranquillo e ad oggi soddisfatto del lavoro svolto. La società farà le proprie valutazioni e insieme parleremo e decideremo».