Ali ibn al-Husayn, il candidato alla presidenza FIFA

al hussein

Ali ibn al-Husayn, nato ad Amman in Giordania il 23 dicembre 1975, è il quarto figlio del defunto re Hussein di Giordania, e della sua terza moglie, la regina Alia. La madre morì in un incidente d’elicottero quando il piccolo Ali aveva appena due anni.

Iniziati gli studi presso la scuola  Comunità americana ad Amman, si è poi trasferito prima nel Regno Unito e poi negli Stati Uniti d’America dove ha frequentato la Salisbury School in Connecticut, eccellendo nello sport della lotta greco-romana. Nel 2004 si è sposato con Rym Brahimi, che con il matrimonio ha acquisito il titolo di Principessa Rym al-Ali. La coppia ha due figli.

Il Principe Alì entra nel mondo del calcio nel 1999, venendo eletto presidente della federazione calcistica del suo paese. Sotto il suo mandato, la selezione nazionale giovanile si guadagnò il diritto di partecipare alla Coppa del Mondo 2007 Under 20 in Canada. Anche la compagine femminile ha effettuato un balzo verso l’alto nel ranking mondiale, passando dalla posizione n° 144 nel 2007 all’attuale n° 54. Nel 2016 inoltre, la Giordania sarà sede dei Mondiali Under 17 femminili.

Nel 2011 Alì è stato eletto Vice – Presidente della in qualità di rappresentante per l’Asia. Ha annunciato la sua candidatura alla presidenza del massimo organismo mondiale lo scorso 6 gennaio con un discorso molto semplice: ” Non è stata una decisione facile. Arriva dopo un’attenta considerazione e diverse discussioni con i rispettabili colleghi FIFA avuti negli ultimi mesi”.