Dzeko vuole la Serie A, Milan pronto all’affondo

Edin continua a lanciare chiari segnali di fumo al suo club e a quelli potenzialmente interessati al suo cartellino. Occasione giusta per esternare nuovamente è stata l’amichevole tra Manchester City e Limerick, finita 4-0 per la squadra guidata da Roberto con lo stesso Dzeko in grande spolvero con una doppietta (a segno anche l’italiano Luca Scapuzzi).


“Sono un giocatore del City – ha dichiarato l’attaccante bosniaco a fine match – ma la certezza della mia permanenza a Manchester la avrò solo a fine mese”. parole accompagnate poi da un chiaro riferimento alla sua possibile destinazione, Milano sponda rossonera. “Il ha venduto due dei migliori giocatori che aveva. Seguo il campionato italiano, mi piacerebbe giocarci”.

Partenza del bosniaco legata a futuro di
Posizione di Dzeko che risulta legata quasi a doppio filo al destino di un altro pezzo pregiato del mercato 2012, Robin Van Persie. L’arrivo dell’olandese alla corte di Mancini renderebbe decisamente più probabile la partenza di Dzeko che già nei giorni scorsi si era fatto sentire proprio a causa della prospettiva di trovare sempre meno spazio in squadra. Le ultime notizie da oltremanica sono però di un possibile rinnovo di Van Persie con l’Arsenal e quindi di una frenata sulla cessione di Dzeko. ieri lo stesso Mancini ha frenato sull’arrivo di Van Persie, mentre sul bosniaco si è limitato a dire: “Capisco che non gradisca stare in panchina  ma quando si gioca in un grande club ci sono tante partite e capita di stare fuori”.

Galliani pronto all’offensiva per rimpiazzare Ibra
Non va dimenticato che sul bosniaco c’è anche l’interesse della Juventus che però sembra più defilata. Il Milan invece deve coprire la falla che si è aperta con la partenza di Ibrahimovic. Secondo il Corriere dello Sport l’ad rossonero, Adriano Galliani, sarebbe intenzionato a spingere per la formula del prestito con riscatto l’anno successivo e dilazionato su tre anni. Costo del cartellino di Dzeko che risulta ancora molto elevato, tra i 25 e i 30 mln di euro vista anche la sua ancora giovane età (26 anni) e il contratto che lo lega al City fino al 2015. Il Milan vuole strappare un cospicuo sconto sul cartellino e inoltre dovrà . Il colpo, se si farà, andrà in porto nelle battute finali del mese di agosto con Galliani diventato ormai un abitué dei colpi last-minute. Siamo quindi ancora alle battute iniziali, ma a Milano l’identikit del dopo-Ibra sembra già esserci e opportunamente i rossoneri lasciano libera la casella per il secondo extracomunicario.