Mitra Matri, il bomber per volare con la Lazio

matri-borghese

Il verbo volare è spesso associato alla , essendo la squadra di Roma rappresentata dall’aquila Olympia che, dal 2010, spicca il volo sullo stadio Olimpico prima delle partite casalinghe.

Ma nell’ultimo turno la squadra di Stefano Pioli ha compiuto un altro volo con un protagonista diverso.
L’eroe della partita contro l’Udinese è Alessandro , attaccante classe ‘84 che nella scorsa stagione ha vestito la maglia del Genoa fino a Gennaio, passando poi in prestito alla Juventus.

La carriera tra i professionisti del bomber di Sant’Angelo Lodigiano inizia nel 2002-03 tra le fila del Milan con cui ottiene solo una presenza.
Successivamente, scende di categoria andando a giocare in C1 con Prato (5 gol) e Lumezzane (14 gol) e in Serie B con il Rimini in cui realizza 4 gol in 28 presenze.
Nella stagione 2007-08, passa al Cagliari e da lì in poi la sua carriera prenderà il volo: con i sardi colleziona 131 presenze e 38 reti e questo fa di Matri uno dei protagonisti assoluti di quel Cagliari.
Dal 2011 al 2013 veste la maglia bianconera della Juventus e nel primo anno è titolare nella formazione che a fine campionato avrebbe vinto il campionato.
Negli altri due anni realizza 20 reti, non poche per un calciatore che parte dalla panchina, ma non abbastanza per meritarsi la conferma presso la corte di Antonio Conte: a fine anno, infatti, passa al Milan.

Con la maglia rossonera non trova fortuna, collezionando 18 presenze e realizzando appena una rete; a gennaio viene girato in prestito alla Fiorentina, qui il suo score è più positivo (5 gol in 21 partite giocate).
A Firenze resta fino a giugno, quando ritorna a Milano dove però non resta per molto: viene subito mandato ancora in prestito al Genoa dove, sotto la guida di Gasperini, vive la sua esperienza più positiva degli ultimi realizzando 7 reti e convincendo parecchio i tifosi del Grifone.

Da febbraio a giugno 2015 torna alla Juve, in prestito.
La Juve sembra essere la squadra in cui si trova meglio, infatti, pur non realizzando alcun gol nelle 5 presenze in Serie A, segna 2 reti in altrettante gare disputate in Coppa Italia ed è l’assoluto protagonista della scalata bianconera verso la conquista della “decima”.

Quest’estate si è trasferito alla Lazio ed ha già iniziato la sua avventura con il piede giusto, siglando una doppietta all’esordio in Lazio-Udinese terminata con il punteggio di 2-0.
Quella che è appena iniziata potrebbe essere la stagione della rinascita per Matri, che può puntare a rientrare nel giro della Nazionale in vista degli Europei del 2016.

Nel suo palmarès vanta 3 campionati italiani, 2 Supercoppe italiane e 1 Coppa Italia, tutti conquistati con la maglia della Juventus.

Chi ama il calcio, spera di vedere un Alessandro Matri in forma e con tanta fame.
La Lazio ha puntato molto su di lui ed ora tocca all’ex Milan e Juventus confermare le aspettative.

Autore: Francesco Scalzo