Ad Acerbi il PALLONE D’ARGENTO PER UN CALCIO NON VIOLENTO

acerbi

L’Unione Stampa Sportiva Italiana, con voto unanime, ha deciso di assegnare per la stagione 2014-2015 il “Pallone d’argento per un calcio non violento – Coppa Giaime Fiumanò 2015” al difensore del Sassuolo Francesco Acerbi.
La consegna verrà effettuata domenica 31 maggio al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia prima della partita Sassuolo-Genoa.
Questa la motivazione del premio: “Non sempre basta essere bravi e forti. Avere grinta, bloccare ogni domenica il centravanti avversario. Non sempre basta essere professionisti esemplari, onorare la maglia, lottare per vincere e migliorare. A volte la vita pretende ancora di più, ti chiama a prove più dure e importanti. E quando le superi, quando riesci ad essere forte non solo in campo ma anche fuori, ogni giorno, ecco che allora diventi un vero Campione. Francesco Acerbi è uno di questi: bravo difensore la domenica, ma ancora più bravo nella vita. In questi due anni ha sconfitto con coraggio un avversario subdolo e pericoloso, una malattia terribile che spaventa tutti noi. Oggi il suo esempio ci dà coraggio e fiducia e noi per questo lo ringraziamo”.

Il trofeo, giunto alla 16ª edizione, vuole ricordare Giaime Fiumanò, artista romano che amava l’allegria, la fantasia, i colori degli stadi, il bel gioco e la sana competizione, scomparso nel 1998 a soli 24 anni, ed è destinato ogni anno ad un calciatore che, oltre al talento, si sia reso protagonista anche per correttezza sportiva, moralità e impegno sociale verso i più deboli.
Caterina Fiumanò, madre di Giaime e presidente dell’Associazione culturale no-profit Giaime Fiumanò, unitamente al Pallone d’argento dona all’Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) finanziamenti per la ricerca sui tumori giovanili.

Questo l’albo d’oro del premio: 1999-2000 Paolo Negro (Lazio), 2000-2001 Damiano Tommasi (Roma), 2001-2002 Javier Zanetti (Inter), 2002-2003 Ciro Ferrara (Juventus), 2003-2004 Andrij Shevchenko (Milan), 2004-2005 Gianfranco Zola (Cagliari), 2005-2006 Luca Toni (Fiorentina), 2006-2007 Ricardo Kakà (Milan), 2007-2008 Francesco Totti (Roma), 2008-2009 Alessandro Del Piero (Juventus), 2009-2010 Morgan De Sanctis (Napoli), 2010-2011 Antonio Di Natale (Udinese), 2011-2012 Andrea Pirlo (Juventus), 2012-2013 Stephan El Shaarawy (Milan), 2013-2014 Giuseppe Rossi (Fiorentina), 2014-2015 Francesco Acerbi (Sassuolo).

Empoli – Sassuolo: la sfida fra le belle sorprese della Serie A

Empoli-Sassuolo 3-1 (primo tempo 0-0) 
Marcatori: 46′, 60′ Saponara (E), 49′ aut. Rugani, 64′ Mchedlidze (E).
Empoli (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Vecino, Valdifiori, Croce (84′ Signorelli); Saponara (70′ Zielinski); Maccarone (58′ Mchedlidze), Pucciarelli. All. Sarri.
Sassuolo (4-3-3):  Consigli, Gazzola, Peluso, Acerbi, Longhi (84′ Lazarevic); Taider, Magnanelli (70′ Floccari), Missiroli; Berardi, Zaza, Sansone (75′ Floro Flores). All. Di Francesco.
Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa.
Ammoniti: 44′ Acerbi, 61′ Taider, 63′ Magnanelli

Juventus – Sassuolo: le probabili formazioni

Causa un virus influenzale, la Juventus perde per la sfida di stasera contro Sassuolo il numero uno Gigi Buffon. In porta al suo posto, il fido numero “12” Storari mentre in attacco confermatissimo lo spagnolo Alvaro Morata. Per il Sassuolo invece, in campo il trio delle meraviglie tutto italiano Berardi – Zaza – Sansone. Un solo precedente fra le due squadre in casa dei bianconeri, quando l’anno scorso la Juventus, reduce dall’eliminazione in Champions League per mano del Galatasaray, schiacciò per 4-0 gli emiliani con tripletta di Tevez e goal di Peluso, oggi in prestito ai neroverdi di mister Di Francesco

PROBABILI FORMAZIONI
JUVENTUS (4-3-1-2): Storari; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Marchisio, Pogba; Pereyra; Tevez, Morata SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Acerbi, Peluso, Longhi; Brighi, Magnanelli, Missiroli; Berardi, Zaza, Sansone

Torna la Coppa Italia: il programma

Con il mese di dicembre si chiude la prima fase del trofeo italiano, che vede scendere in campo le squadre per il quarto turno, i sedicesimi di finale. Tutte le sfide verranno trasmesse in diretta su canali Rai. Di seguito il programma dettagliato.

OGGI

Lazio-Varese (ore 16)                                                                                                     Sassuolo-Pescara (ore 18)                                                                                             Verona-Perugia (ore 21)

MERCOLEDI’:

Atalanta-Avellino (ore 15)
Empoli-Genoa (ore 18)
Udinese-Cesena (ore 21)

GIOVEDI’:
Cagliari-Modena (ore 18)
Sampdoria-Brescia (ore 21)

Sassuolo: Di Francesco contro il suo passato in Coppa

Vittoria in rimonta contro il Verona per la banda neroverde del Sassuolo allenato dal tecnico emergente Eusebio Di Francesco e la prossima avversaria, oggi alle ore 18.00, si chiama Pescara, in un match valido per il terzo turno di Coppa Italia, ovvero proprio i biancazzurri che videro il giovane tecnico vivere  le prime importanti esperienze da allenatore nel calcio professionistico. E nelle dichiarazioni pre-partita ha voluto sottolineare  che per lui sarà una settimana speciale, prima il suo ex Pescara e poi sabato la sua Roma: “Il Pescara è la squadra della mia città, è stata la mia prima squadra e rimane quella del mio cuore. La Roma mi ha dato tantissimo come giocatore. Ma oggi la partita più importante è quella di Coppa Italia, da mercoledì penseremo ai giallorossi”.

Entrando nel tema tattico del match ha ricordato: “Sabato abbiamo disputato una partita pesante dal punto di vista psico-fisico, chi ha giocato ha bisogno di recuperare. Per fortuna non ci sono grossi infortuni nella rosa e ho delle alternative. Tutti meritano di scendere in campo per come lavorano. Floccari, Floro Flores e Pavoletti? C’è anche Zaza. Giocheranno tre di questi quattro. Magnanelli, seppur squalificato per la prossima giornata di campionato, non giocherà dall’inizio. sarà Pomini ad avere la fascia di capitano”, ma non vuole abbassare la guardia e tiene pareccchio al passaggio di turno: In palio c’è il Milan“, afferma Di Francesco, “noi vogliamo andare avanti in Coppa Italia, lo ribadisco. Cambierò tanto nella formazione ma senza sottovalutare il Pescara, che è una buona squadra di Serie B. Ha giocatori come Melchiorri e Maniero in cima alla classifica dei marcatori, questo ne dimostra il potenziale offensivo importante”.

Acerbi: così ho vinto la mia battaglia

Francesco Acerbi è tornato in campo dopo aver sconfitto il tumore per ben due volte e poi martedì scorso ha anche realizzato  un goal importante per il suo Sassuolo nella sfida casalinga vincente contro l’ Empoli per 3-1.

Intervenuto nella trasmissione serale di giovedì sera Tiki Taka, nell’intervista concessa a Pierluigi Pardo il difensore ha voluto dare una speranza a chi si trova a combattere sfide ancora più difficili: “Sono contento del ritorno in campo e del gol, ma l’importante è stato soprattutto aver vinto. Da esperienze come la mia si impara qualcosa: non sono situazioni belle ma mi sento bene ora e ho voglia di giocare. Ho avuto dei momenti difficili durante la chemio, ma paura mai”.