Roma – Udinese: “furie” giallorosse per il secondo posto?

totti roma udinese

Si prospetta un Olimpico infuocato questa sera per l’incontro Roma – Udinese, valido per la 36-esima giornata di Serie A. I precedenti sono a favore della squadra di casa con un totale di 40 vittorie mentre i friulani hanno collezionato solo 21 vittorie su 85 scontri diretti. L’ultima vittoria bianconera è datata 28/10/12, quando gli ospiti riuscirono a ribaltare il risultato da 2-0 a 2-3.

La spina nel fianco dei friulani è sicuramente Francesco Totti. L’attaccante romanista ha segnato ben 13 volte facendo diventare così l’Udinese una delle sue vittime preferite. Garcia dovrebbe schierare il 4-3-3. Tra i pali confermato come al solito De Sanctis, in difesa occuperanno il ruolo di centrali Manolas e Yanga-Mbiwa, come terzini schiererà Holebas da una parte e Torosidis dall’altra. Il centrocampo sarà occupato da Pjanic – De Rossi – Nainggolan, con quest’ultimo che avrà il compito di recuperare palla e scaricarla a Pjanic che a sua volta dovrà inventare assist per il tridente super offensivo Ibarbo – Totti – Iturbe.

Stramaccioni risponde col 4-3-1-2. A salvaguardare la porta troveremo il greco Karnezis, come centrali la coppia Domizzi-Danilo, mentre sulle fascie troveremo Piris e l’instancabile Widmer. Le novità le abbiamo a centrocampo dove partiranno con la maglia da titolare il trio Badu – Pinzi – Allan con il compito di bloccare sul nascere qualsiasi iniziativa casalinga, infine Guilherme con il compito di rubar palla, far salire la squadra e cercare di mettere davanti alla porta la coppia Thereau – Perica. Il croato viene schierato titolare per la primo volta in tutto il campionato e sicuramente vorrà mettere in mostra le sue qualità offensive. La Roma, dopo la sconfitta fuori casa contro il Milan, vorrà rifarsi e vincere per ritornare al secondo posto; dall’altra parte l’Udinese, già salvo da tempo, cercherà di mettere in difficoltà i capitolini sfruttando ogni minima occasione. Ci si aspetta un incontro davvero ricco di gol.

Autore : Claudio Micalizzi

 

Pallotta: difendo solo Roma ed i tifosi veri

Per James Pallotta l’apertura della campagna abbonamenti per la prossima stagione della Roma è stata l’occasione per dialogare attraverso l’account ufficiale in lingua inglese del club (@ASRomaEN) con i tifosi giallorossi. tante le domande che i fans romanisti hanno posto al numero uno americano. E non è mancato il tempo per ritornare sulla triste vicenda che ha portato alla squalifica della Curva Sud.

Sul mancato ricorso Pallotta spiega: «Ne abbiamo discusso tra noi e abbiamo deciso che un appello non ci avrebbe portato da nessuna parte. Sono concentrato nel cercare di cambiare la cultura e sbarazzarmi di chi non si comporta da vero tifoso e cerca solo di portare avanti i propri fini egoistici».

E la violenza da sconfiggere è una battaglia da vincere a tutti i costi: «Ho sempre preso le parti dei tifosi della Roma – in città, in Italia e ovunque nel mondo. Ma prenderò sempre e solo le parti di quei veri tifosi che sono la stragrande maggioranza di voi. I veri tifosi possono criticare, ma non fanno mancare il loro supporto alla squadra. Non fanno i cori razzisti. Non creano incidenti, non insultano quei giocatori che fanno del loro meglio. Non creano situazioni che arrecano problemi a tutti gli altri. Noi tutti subiamo per colpa delle azioni di pochi. Negli ultimi mesi, una minoranza di tifosi ha insultato i giocatori, li ha convocati sotto la curva e ha detto loro che non meritano di indossare la maglia della Roma. L’ho visto durante la partita con la Fiorentina. Era una piccola minoranza, ma gli insulti ci sono stati e questo condiziona mentalmente i giocatori».

 

Roma – Fiorentina: il tabellino

Roma (4-3-3): Skorupski; Torosidis (27′ Iturbe), Yanga Mbiwa (13′ st Astori), Manolas, Holebas; Pjanic, De Rossi, Keita (44′ Verde); Florenzi, Ljajic, Gervinho. A disp.: De Sanctis, Cole, Paredes, Totti. All.: Garcia

Fiorentina (3-5-2): Neto; Savic (41′ Tomovic), Rodriguez, Basanta; Joaquin, Mati Fernandez, Badelj, Borja Valero (33′ st Aquilani), Alonso; Babacar (18′ st Vargas), Salah. A disp.: Lezzerini, Pasqual, Ilicic, Gomez. All.: Montella

Arbitro: Cakir (Turchia)

Marcatori: 9′ rig. Rodriguez (F), 18′ Alonso (F), 21′ Basanta (F)

Ammoniti: Holebas, Ljajic (R); Basanta (F)

Espulsi: Ljajic (R)

Roma – Sampdoria: la beffa dell’Olimpico, addio scudetto

Roma – Sampdoria 1-2

Roma (4-3-2-1): Julio Sergio; Cassetti(29′ st Taddei), Juan, Burdisso, Riise; Pizarro, De Rossi; Perrotta (22′ st Toni), Menez, Vucinic; Totti. A disposizione: Doni, Mexes, Tonetto, Brighi, Taddei, Toni, Baptista. All.: Ranieri

Sampdoria (4-4-2): Storari; Zauri, Gastaldello, Lucchini, Ziegler; Semioli, Palombo, Poli (1′ st Tissone), Guberti (1′ st Mannini); Pazzini, Cassano  (36′ st Testardi) A disposizione: Guardalben, Rossi, Cacciatore, Tissone, Padalino, Mannini, Scepovic. All.: Delneri Indisponibili: Castellazzi, Pozzi, Accardi

Arbitro: Damato di Barletta
Marcatori: 14′ pt Totti (R), 7′ e 40′ st Pazzini (S)
Ammonito: Ziegler (S)

Pallotta sicuro: inizio lavori stadio della Roma entro 2015

E’ il sindaco della Capitale Marino ad assicurare che tutto procederà per il verso giusto. In un’intervista concessa a Radio Radio il primo cittadino ha dichiarato di aver ricevuto le giuste conferme dal presidente della Roma Pallotta: “Il presidente dell’As Roma, James Pallotta, mi ha assicurato che la prima pietra dello stadio si poserà quest’anno e che entro le prossime settimane avremo il piano esecutivo: ci stanno lavorando in tutto il pianeta oltre 20 aziende”. A dar corpo alla tesi ha aggiunto che in un incontro avuto “in Campidoglio perché vuole che Pallotta porti 1,5 miliardi a Roma, che lo stadio si faccia per i tifosi e per i 3 mila posti di lavoro che porterà dall’anno prossimo”.

L’UEFA apre inchiesta su Feyenoord – Roma

Feyenoord – Roma è una partita che non sembra aver pace: dopo i gravi danneggiamenti compiuti dai tifosi orange nella Capitale prima del match di andata, con ripercussioni anche nel mondo della politica italiana, gli incidenti durante la partita di ritorno si sono verificati durante l’incontro, quando il direttore di gara è stato addirittura costretto alla sospensione per 15 minuti circa causa il fitto lancio di oggetti in campo da parte dei tifosi di casa, unita anche al lancio di una banana di plastica in campo, evento ritenuto a sfondo razziale.

Oggi l’UEFA ha deciso di aprire un’inchiesta in merito alla sfida del ritorno nei confronti del Feyenoord ed il prossimo 19 marzo sarà emessa la sentenza. Altresì il calciatore romanista Adem Ljajić sarà sottoposto a giudizio, in quanto i gesti subito dopo il suo goal sono stati ritenuti un provocazione da parte dei commissari europei. Per il centrocampista giallorosso potrebbe esserci una squalifica da scontare in occasione degli ottavi di finale contro la sua ex squadra, la Fiorentina, in programma il 12 marzo (andata) e 19 (ritorno).

Feyenoord – Roma: le probabili formazioni

Alle 21.05 scenderanno in campo sul prato del De Kuip Feyenoord e Roma per il ritorno di Europa League. Dopo il pareggio per 1-1 dell’andata, ai giallorosssi serve una vittoria od un pareggio con almeno due goals.

LE PROBABILI FORMAZIONI
FEYENOORD (4-2-3-1): Vermeer; Boulahrouz, Van Beek, Kongolo, Nelom; El Ahmadi, Clasie; Vilhena, Toornstra, Karsdorp; Kazim-Richards. All. Rutten
ROMA (4-3-3): Skorupski; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic De Rossi, Keita; Ljajic, Totti, Gervinho. All. Garcia

Dj Paul: ecco chi suonerà prima di Feyenoord – Roma

Paul Roger Elstak, in arte noto come Dj Paul, 49 anni, è nato a  L’Aia il 14 gennaio 1966 ed uno dei personaggi più in vista del mondo musicale dell’hardcore. Iniziata la carriera nel 1987 come hip-hop DJ nella città natale, già nel 1992 creò la sua etichetta discografica sotto l’egida di Mid-Town Records e nel 1995 arrivò il suo primo singolo dal titolo “Life is like a dance” (la vita è come una danza).

Da sempre tifoso del Feyenoord, ha già fatto un’apparizione sul prato del De Kuip lo scorso novembre, quando nel match di Europa League, i locali sconfissero per 2-0 il Siviglia. Anche domani sera l’UEFA ha concesso a Dj Paul di esibirsi, ed i tifosi giallorossi sperano che il singolo Game’s over“, sia dedicato ai biancorossi olandesi.