Mourinho: spero che il City faccia fuori il Barcellona

La risposta piccata dello Special One non si è fatta attendere: dopo gli attacchi ironici subiti sul web in seguito all’eliminazione del Chelsea per mano del PSG, Mourinho in un’intervista al quotidiano inglese Daily Star ha espresso la sua speranza: “Spero che il Manchester City elimini il Barcellona negli ottavi di Champions perché si tratta di una questione d’onore per il calcio inglese, il luogo dove io lavoro”.

“Sarà molto difficile, però possono vincere”, unendo così alla speranza anche un ragionamento tecnico e per mascherare la sua avversione calcistica per i blaugrana ha aggiunto: “Se il City dovesse uscire, avrebbe una sola competizione su cui concentrarsi”, temendo dunque il possibile ritorno in classifica della squadra diretta da Manuel Pellegrino in Premier League.

LA Top Ten dei cannonieri in Europa

Serie A

1 Tévez Juventus 15
2 Icardi Internazionale 14
3 Dybala Palermo 12
4 Menez Milan 12
5 Higuaín Napoli 12
6 Gabbiadini Napoli 10
7 Toni Verona 10
8 Callejón Napoli 9
9 Quagliarella Torino 9
10 Di Natale Udinese 9

Premier League

1 Agüero Manchester City 17
1 Diego Costa  Chelsea 17
3 Kane Tottenham 14
3 Austin  QPR 14
5 Sánchez Arsenal 12
6 Cissé  Newcastle 11
6 Saido Berahino West Bromwich Albion 11
8 Rooney Manchester United 10
8 van Persie Manchester United 10
10 Giroud Arsenal 9
10 Hazard Chelsea 9
10 Silva Manchester City 9
10 Eriksen Tottenham 9
10 Sakho West Ham 9
10 Ings Burnley 9
10 Bony Manchester City 9

Liga Spagnola

1 Ronaldo  Real Madrid 30
2 Messi Barcellona 27
3 Neymar Barcellona 17
4 Griezmann Atlético Madrid 14
4 Bacca Siviglia 14
6 Benzema Real Madrid 13
7 Bueno Rayo Vallecano 12
7 Mandžukic Atlético Madrid 12
9 Vietto Villarreal 11
10 Bale Real Madrid 10

Bundesliga

1 Robben  Bayern Monaco 17
2 Meier Eintracht Francoforte 16
3 Dost Wolfsburg 13
4 Di Santo Werder Brema 11
4 Lewandowski Bayern Monaco 11
6 Aubameyang Borussia Dortmund 10
7 Bellarabi Bayer Leverkusen 9
7 Choupo-Moting  Schalke 04 9
7 Götze Bayern Monaco 9
7 Müller Bayern Monaco 9

 

 

Mourinho scherza con la telecamera in Chelsea – Tottenham

Primo successo in Inghilterra per Josè Mourinho nella sua seconda esperienza inglese e poco prima del triplice fischio del’arbitro nella finale di Wembley per la Coppa di Lega, ufficialmente denominata Capitol One. Sul punteggio di 2-0 il tecnico portoghese si lascia andare ad un gesto simpatico all’indirizzo della telecamera di bordocampo.

Fratelli contro: i Tourè in Liverpool – Manchester City

 

Per la prima volta nel corso della loro carriera, la famiglia Tourè si è “scontrata” su un campo da calcio, quando in Liverpool – Manchester City disputato oggi nella città dei Beatles, Kolo dei Reds ha avuto la meglio per 2-1 su Yaya dei Citizens. Differente è stato invece l’impiego sul terreno di gioco, in quanto Kolo, il più grande dei due con 34 anni, è entrato soltanto negli ultimi sette minuti di gioco a differenza del 32enne Yaya che ha disputato tutti e 90 i minuti.

Marcatori dell’incontro sono stati per i padroni di casa Henderson e Coutinho mentre Dzeko ha siglato solo l’effimero pareggio per gli Sky Blues.

 

Gli arbitri inglese contro il Chelsea? Mah…

Josè Mourinho è tornato alla carica contro la classe arbitrale nello scorso week end quando,dopo il pareggio interno contro il Burnley, si è scagliato contro il direttore di gara (a parole) nella conferenza stampa del dopo partita. Tuttavia qualcuno si è divertito ad osservare i filmati e ad annotare alcuni interventi che paiono poco “regolari” da parte della banda dei Blues….

 

Furia Mourinho: meglio non parlare di arbitri

Per Josè Mourinho il tema arbitri è sempre stato scottante: impossibile dimenticare le famose manette esibite durante Inter – Sampdoria nell’anno del Triplete. Neanche la parentesi spagnola con il Real Madrid è servito per placare i suoi scatti  e ritornato in Premier League con il Chelsea, non ha perso lo smalto. Oggi pomeriggio, dopo il pareggio interno per 1-1 contro il Burnley ha dato i numeri, nel senso dei minuti, per indicare i momenti chiavi del match “Ci sono quattro momenti del match che spiegano la storia. Minuti 30, 33, 43 e 69. Non chiedermi altro perchè non posso aggiungere altro. Quando l’ho fatto in passato sono stato punito. Per spiegare dovrei usare parole che non posso dire. Dico solo che sono sorpreso che oggi il Chelsea non abbia perso”.

Ivanovic: da morsicato a morsicatore?

Branislav Ivanovic, difensore del Chelsea, è stato uno di quei giocatori che ha sentito sulla sua pelle i denti di Luis Suarez, l’attaccante  uruguaiano che nel corso della carriera si è esibito in questo poco edificante gesto. Ma stavolta potrebbe essere stato lo stesso Ivanovic ad aver morsicato un avversario. Nel match di ieri sera contro l’Everton, pochi minuti prima del goal vittoria per i blues di Willian, il calciatore slavo ha stretto in una morsa con il braccio McCarthy, afferando poi con i denti la spalla del suo avversario.

Josè Mourinho, intervistato al termine della partita dalla BBC, non ha lasciato spazio alle polemiche: “Non fatemi ridere”. Intanto in giornata la commissione disciplinare della federazione inglese investigherà sull’episodio accaduto durante un momento caldo dell’incontro che ha visto coinvolto i giocatori di entrambe le squadre.

 

Chelsea vince allo scadere: ancora +7 sul City

Vittoria in extremis per il Chelsea di Josè Mourinho: un goal di Willian all’89° permette ai Blues di superare l’Everton e di mantenere invariato il vantaggio in classifica sul Manchester City, vincente sul campo dello Stoke City con un netto 4-1 grazie alle reti di Aguero (doppietta), Nasri e Milner mentre per padroni di casa rete della bandiera di Crouch.

Nel Chelsea da sottolineare l’esordio con il club londinese del’ex Fiorentina Cuadrado, rimasto in campo fino al 7° quando è stato sostituito dallo spagnolo Fabregas.