Macabro manichino di Valbuena appeso in Marsiglia – Lione

marsiglia manichino valbuena

Nel corso del posticipo domenicale di Ligue 1 che vedeva sfidarsi le compagini dell’ Olimpique Marsiglia ed Olimpique Lione si è verificato un atto di inciviltà che sempre più spesso siamo abituati a vedere nei nostri campi.
I due giocatori dell’OL, Jérémy Morel e Mathieu Valbuena, sono stati costantemente presi di mira dal pubblico di casa in quanto due ex della compagine del Sud della Francia.
Solitamente i tifosi fischiano gli ex, ma in questo caso si sono superati e ogni discesa sula fascia del terzino francese o ogni calcio d’angolo battuto dal fantasista costituiva un pretesto per lanciare in campo bottiglie di plastica e di vetro oltre agli abituali rotoloni di carta e fumogeni.

Il peggio si è però verificato quando i tifosi di casa hanno issato un fantoccio dalle sembianze del trequartista francese e mostrandolo nel settore più caldo della tifoseria marsigliese.
L’arbitro giustamente ha interrotto la partita per un quarto d’ora e proprio in questo lasso di tempo si è palesata ancor di più l’inciviltà dei tifosi che non hanno smesso di cantare cori offensivi nei confronti degli avversari e creare problemi rischiando di danneggiare la propria squadra con un 0-3 a tavolino. La partita poi è proseguita senza ulteriori problemi ed è terminata con un pareggio (1-1 ndr).

Per il bene del calcio e dell’immagine che questo ha nel Mondo spero che vengano presi provvedimenti da parte della Federcalcio francese e non solo; perché il verificarsi di eventi come quello dell’altra sera, che non hanno nulla a che fare con il calcio e danneggiano solamente i tifosi e le famiglie, non dovrebbero accadere mai più.

Autore: Alessandro Borre

Bomba di mercato: Ibra licenziato dal PSG?

Per Ibrahimovic non è mai stato trovare un top club in cui giocare ma stavolta potrebbe il PSG a togliergli  la maglia se fosse vera la rivelazione clamorosa che il magazine francese France Football ha pubblicato sulle sue pagine. Gli insulti indirizzati da Ibra al popolo francese al termine del match di Ligue 1 contro il Bordeaux del 15 marzo, potrebbero costargli ben più delle 4 giornata di squalifica.

Il presidente del PSG Nasser Al-Khelaïfi non avrebbe infatti gradito per nulla gli insulti rivolti alla Francia, che avrebbero scatenato un incidente diplomatico con effetti extra-sportivi. Seppure il suo manager Mino Raiola continua ad essere sereno, al club parigino basterebbe pagare la clausola pari all’ingaggio dell’ultimo anno di contratto,15 milioni di euro, per disfarsi dell’attaccante svedese prima del giugno 2016.