Le italiane in l’Europa: riassunto del giorno dopo

uefa_champions_league_europa_league-650x01

 

Gli ultimi tre giorni hanno visto cinque squadre italiane impegnate in Europa: Roma e Juventus in Champions League e Fiorentina, Napoli e Lazio in Europa League: l’andamento è stato discreto, con due vittorie, una sconfitta e due pareggi.

La Juventus di Massimiliano Allegri non è riuscita ad andare oltre il pareggio per 0-0 in casa contro i tedeschi del Borussia Mönchengladbach.
Nonostante avessero conquistato 6 punti nelle precedenti partite, i bianconeri hanno fallito l’allungo in classifica anche a causa della sterilità dell’attacco, vero punto debole della squadra.

La Roma, invece, è uscita dalla BayArena con un punto, grazie al pareggio per 4-4 contro altri tedeschi, quelli del Bayer Leverkusen.
All’iniziale 2-0 ha risposto De Rossi (due volte), portando il risultato sul 2-2 e così si conclude il primo tempo; nella seconda metà di gioco la Roma passa anche in doppio vantaggio (2-4) grazie alle reti di Pjanic e Iago Falque, ma in due minuti i padroni di casa riescono ad andare a segno due volte e a fissare il punteggio sul 4-4.

Passiamo all’Europa League dove la Lazio ha battuto (in dieci uomini, complice l’espulsione nei minuti iniziali di Mauricio) il Rosenborg.
Ad aprire le marcature è stato l’ex juventino Alessandro Matri nel primo tempo; nei secondi 45 minuti vanno in rete Felipe Anderson per la Lazio, Soderlund che riapre la partita con un colpo di testa e poi Candreva che, dopo avere sbagliato un rigore, chiude i giochi con il gol del 3-1.

Anche il Napoli può festeggiare dopo aver vinto la terza gara su tre in questa fase a gironi di Europa League. Contro un avversario piuttosto modesto, è andato in scena un bel Napoli che ha battuto 1-4 il Midtjylland.
Gli uomini di Maurizio Sarri partono subito bene con la rete di Callejon, poi Gabbiadini realizza una doppietta che porta gli ospiti sullo 0-3 già al 40′ ma, prima della fine del primo tempo, i padroni di casa trovano il gol che potrebbe riaprire la partita grazie a Pusic.
Nel secondo tempo il Napoli gestisce bene il risultato e riesce a trovare l’ottavo gol stagionale del “Pipita” Gonzalo Higuain che sigla il gol dell’1-4 finale e permette ai suoi di posizionarsi al primo posto in classifica con 9 punti.

Di tutt’altro umore è, invece, la Fiorentina di Paulo Sousa.
La capolista della Serie A non riesce a centrare una vittoria che sarebbe stata importantissima al fine della qualificazione e perde, in casa, contro il Lech Poznan.
Il primo tempo vede una maggiore pressione degli ospiti che però non riescono a realizzare un gol; nella seconda frazione di gioco, però, il Lech Poznan realizza due reti (una al 60′ e l’altra all’82’) che costringono la Fiorentina ad occupare l’ultimo posto in classifica.
A niente è servito il gol al 90′ di Giuseppe Rossi e i tentativi finali dello stesso attaccante italiano e di Khouma Babacar: la Fiorentina ha perso una grandissima occasione per rilanciarsi nella corsa alla qualificazione e ora le cose per la squadra di Firenze si mettono davvero male.

Autore: Francesco Scalzo

Europa League: tocca a Napoli, Fiorentina e Lazio

europa league

Dopo il debutto europeo di Juventus e Roma che hanno rispettivamente battuto il Manchester City per 2-1 e pareggiato con i campioni d’Europa del Barcellona (con un super gol di Alessandro Florenzi), il giovedì è il turno dell’Europa League.
Questa sera scenderanno in campo Fiorentina e Napoli che si sono qualificate posizionandosi nella 4a e 5a posizione della classifica della Serie A 2014/15 e la Lazio, eliminata ai preliminari di Champions dai tedeschi del Bayer Leverkusen (1-0 per i biancocelesti all’andata, 3-0 per i tedeschi al ritorno).

Il Napoli affronterà il Club Brugge al San Paolo alle ore 19.
La formazione belga si è classificata seconda nella scorsa Jupiler Pro League, a soli due punti di distanza dal Gent e vanta ben 13 vittorie del proprio campionato.
Attualmente, la squadra di mister Michel Preud’homme si trova in 7a posizione con 10 punti in 7 partite (3 vittorie, 1 pareggio, 3 sconfitte) e punta a migliorare il risultato ottenuto nella stagione 2014/15.
Il Napoli è chiamato al riscatto dopo l’avvio di campionato da dimenticare, con appena 2 punti in 3 partite (sconfitta contro il Sassuolo e due pareggi contro la Sampdoria e l’Empoli).
Maurizio Sarri dovrà spazzare via tutti i dubbi sul suo conto e le voci che vedono la sua panchina “calda” e molto a rischio: la piazza di Napoli, si sa, non è delle più facili da conquistare e l’allenatore napoletano non sta avendo il successo sperato ad inizio stagione.
L’arbitro del match sarà l’ungherese Istàvn Vad che ha già diretto una gara dei partenopei (Napoli-Utrecht del 2010 finita a reti inviolate).

Alle 21:05 è il momento della Fiorentina di Paulo Sousa che incontrerà la sua ex squadra, il Basilea.
Gli svizzeri di Urs Fischer sono i campioni in carica della Super League e sono secondi per numero di titoli nazionali vinti (18, dopo il Grasshoppers che ne vanta 27).
Nel Basilea militano alcune vecchie conoscenze dell’Italia: Walter Samuel, che ha vestito la maglia di Roma e Inter, Zdravko Kuzmanovic, ex di Fiorentina e Inter e Birkir Bjarnason, che ha militato nella Sampdoria e in serie B nel Pescara.
Altri giocatori interessanti sono il giovane Breel-Donald Embolo, Jean-Paul Boëtius e Taulant Xhaka, fratello maggiore di Granit, centrocampista del Borussia Mönchengladbach che è stata sorteggiata nel girone con la Juventus.
I viola arrivano da 6 punti ottenuti in campionato grazie alle vittorie sul Milan (2-0) e sul Genoa (1-0), subendo una sola sconfitta contro il Torino (3-1).
L’ex centrocampista della Juventus può contare su giocatori di qualità in mezzo al campo, come Borja Valero e Mario Suarez (quest’ultimo appena arrivato dall’Atletico Madrid) e sta recuperando Giuseppe Rossi, attaccante importantissimo per i gigliati.
Michael Oliver dirigerà la gara, lo stesso che diresse la partita tra Chelsea e Swansea in cui scoppiò il caso Mourinho-Eva Carneiro.

Anche la Lazio debutterà in Europa League alle ore 21:05, contro il Dnipro che tutti ricorderanno bene per aver eliminato il Napoli l’anno scorso ed essere stato sconfitto in finale dal Siviglia.
Nella formazione ucraina è da tenere sotto osservazione il difensore Dmytro Chygrynskiy, che vanta nel suo palmarès 6 campionati ucraini e una Coppa UEFA con lo Shakhtar Donetsk e un campionato spagnolo e un mondiale per club con il Barcellona.
Il Dnipro si è classificato terzo nell’ultima Prem’er Liha, a 2 punti dallo Shakhtar Donetsk e a -12 dalla posizione più alta occupata dalla Dinamo Kiev; attualmente si trova in terza posizione con 14 punti in 7 partite (4 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta).
La squadra di Stefano Pioli viene da una vittoria per 2-0 contro l’Udinese grazie alla doppietta di un ritrovato Alessandro Matri e che ha conquistato 6 punti (vittoria per 2-1 contro il Bologna e sconfitta 4-0 a Verona, contro il Chievo) e si trova in ottava posizione.
A dirigere la gara sarà l’arbitro nordirlandese Arnold Hunter aiutato dagli assistenti Richard Storey e Andrew Neeson e dagli addizionali Raymond Krengl e Mervyn Smith, il quarto uomo sarà Siven Bell.

Dopo le ottime prestazioni di Juventus e Roma, l’augurio è che anche le altre italiane riescano a fare bene in Europa e di vedere almeno un’italiana in finale.

Autore: Francesco Scalzo

Europa League 2015-16: calendario partite e sorteggi

stadio basilea

Europa League: calendario della partite stagione 2015-16

 

Fase Data
Primo turno preliminare, andata 02/07/2015
Primo turno preliminare, ritorno 09/07/2015
Secondo turno preliminare, andata 16/07/2015
Secondo turno preliminare, ritorno 23/07/2015
Terzo turno preliminare, andata 30/07/2015
Terzo turno preliminare, ritorno 06/08/2015
Spareggi, andata 20/08/2015
Spareggi, ritorno 27/08/2015
Fase a gironi, prima giornata 17/09/2015
Fase a gironi, seconda giornata 01/10/2015
Fase a gironi, terza giornata 22/10/2015
Fase a gironi, quarta giornata 05/11/2015
Fase a gironi, quinta giornata 26/11/2015
Fase a gironi, sesta giornata 10/12/2015
Sedicesimi di finale, andata 18/02/2016
Sedicesimi di finale, ritorno 25/02/2016
Ottavi di finale, andata 10/03/2016
Ottavi di finale, ritorno 17/03/2016
Quarti di finale, andata 07/04/2016
Quarti di finale, ritorno 14/04/2016
Semifinali, andata 28/04/2016
Semifinali, ritorno 05/05/2016
Finale (Stadio St. Jakob-Park, Basilea) 18/05/2016

 

Calendario sorteggi Europa League 2015/16 ( date sono suscettibili di variazioni)

Data Luogo Dettagli sorteggio
22/06/2015 Nyon Primo e secondo turno preliminare
17/07/2015 Nyon Terzo turno preliminare
07/08/2015 Nyon Spareggi
28/08/2015 Montecarlo Fase a gironi
14/12/2015 Nyon Sedicesimi e ottavi di finale
18/03/2016 Nyon Quarti di finale
15/04/2016 Nyon Semifinali e finale

Siviglia – Fiorentina: le statistiche sul confronto

siviglia fiorentina

 

 

Siviglia – Fiorentina è una delle due semifinali di Europa League: fra le due squadre non vi sono precedenti nel passato delle coppe europee. i seguito le statistiche fra Fiorentina e le squadre spagnole.

Coppa dei Campioni 1956/57                                                                                           Finale Real Madrid –  Fiorentina 2-0

Coppa delle Coppe 1961/62                                                                                                   Finale  Atletico Madrid – Fiorentina 1-1
Finale – Replay  Atletico Madrid – Fiorentina 3-0

Coppa Uefa 1989/90                                                                                                                 1° Turno – Andata  Atletico Madrid – Fiorentina 1-0
1° Turno – Ritorno Fiorentina –  Atletico Madrid 1-0 1-0 Dts 3-1 Dcr

Coppa delle Coppe 1996/97                                                                                     Semifinale Andata  Barcellona – Fiorentina 1-1
Semifinale Ritorno Fiorentina –  Barcellona 0-2

Champions League 1999/00                                                                                                     Fase a gironi  Barcellona – Fiorentina 4-2
Fase a gironi  Fiorentina – Barcellona 3-3
Fase a gironi Fiorentina –  Valencia 1-0
Fase a gironi Valencia –  Fiorentina 2-0

Coppa Uefa 2007/08                                                                                                                 Fase a gironi  Villarreal – Fiorentina 1-1

Bilancio complessivo

Vittorie Fiorentina : 2                                                                                                           Pareggi: 4                                                                                                                             Sconfitte Fiorentina: 6                                                                                                               Goal fatti: 12 Goal subiti: 20

Finale Europa League: oggi si chiude la vendita libera

Per la finale di Europa League a Varsavia presso lo Stadio Nazionale, che ospitò la semifinale di Euro 2012 fra Italia e Germania, si chiude oggi la vendita libera dei biglietti relativa ai tagliandi disponibili per il pubblico internazionale. Poichè le richieste sono state superiori alla disponibilità, oggi alle ore 12.00 sarà chiuso il portale per le richieste e successivamente avverrà un sorteggio per stabilire a chi saranno assegnati i biglietti, indipendentemente dal giorno in cui sia stata effettuata la prenotazione.

I tifosi delle due squadre finaliste saranno serviti dai rispettivi club. Queste sono le categorie dei biglietti

Categoria 1: €130
Categoria 2: €90
Categoria 3: €65
Categoria 4: €40

Europa League: no derby italiano nei quarti

Come prassi, il sorteggio dell’Europa League segue quello della Chapions League. Fra le otto rimaste in lizza due sono le rappresentative italiane, Napoli e Fiorentina, con il rischio di un ennesimo derby nei quarti di finale. Ma la mano dell’ex portiere del Liverpool, Jerzy Dudek, ambasciatore della sede della finalissima Varsavia, è stata benevola: se la Fiorentina ha pescato un avversario sulla carta ampiamente alla portata, per il Napoli arrivano i tedeschi del Wolfsburg, secondi in Bundesliga e freschi di eliminazione dell’Inter dal torneo. Incontri di andata il 16 aprile, ritorno il 23.

 

WOLFSBURG-NAPOLI

DINAMO KIEV-FIORENTINA

DNIPRO-BRUGES

SIVIGLIA-ZENIT

Torino – Zenit San Pietroburgo: il tabellino e le immagini della gara

Torino (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Farnerud (64′ Bovo), Gazzi, El Kaddouri (76′ Martinez), Molinaro (82′ Amauri); Maxi Lopez, Quagliarella. A disp: Castellazzi, Jansson, Gaston Silva, Masiello. All: Ventura

Zenit (4-2-3-1): Lodygin; Smolnikov, Garay, Neto, Criscito; Tymoshchuk, Witsel; Hulk, Shatov (81′ Ryazantsev), Danny (87′ Lombaerts); Rondon. A disp: Baburin, Rodic, Mogilevets, Zuev, Sheydaev. All: Villas Boas

Arbitro: Matej Jug

Marcatori: 90′ Glik

Ammoniti: Lodygin, Smolnikov, Neto, Criscito, Tymoshchuk, Hulk, Danny (Z), Gazzi, Molinaro, Quagliarella

Inter – Wolfsburg: tabellino ed immagini dell’incontro

Inter (4-2-3-1): Carrizo; Campagnaro (23′ st D’Ambrosio), Ranocchia, Juan Jesus, Santon; Guarin, Medel; Hernanes, Palacio, Kovacic (10′ st Kuzmanovic); Icardi. A disp: Handanovic, Vidic, Obi, Shaqiri, Puscas. All. Mancini

Wolfsburg (4-2-3-1): Benaglio; Trasch, Klose, Knoche, Rodriguez; Guilavogui (29′ st Perisic), Luiz Gustavo; Caligiuri, De Bruyne, Vieirinha (40′ st Arnold); Dost (18′ st Bendtner). A disp: Grun, Schafer, Jung, Arnold, Schurrle. All. Hecking

Arbitro: Clattenburg (Ing)

Marcatori: 24′ Caligiuri, 44′ st Bendtner (W), 26′ st Palacio (I)

Ammoniti: De Bruyne, Arnold (W), Medel (L)

Espulsi: nessuno

Roma – Fiorentina: il tabellino

Roma (4-3-3): Skorupski; Torosidis (27′ Iturbe), Yanga Mbiwa (13′ st Astori), Manolas, Holebas; Pjanic, De Rossi, Keita (44′ Verde); Florenzi, Ljajic, Gervinho. A disp.: De Sanctis, Cole, Paredes, Totti. All.: Garcia

Fiorentina (3-5-2): Neto; Savic (41′ Tomovic), Rodriguez, Basanta; Joaquin, Mati Fernandez, Badelj, Borja Valero (33′ st Aquilani), Alonso; Babacar (18′ st Vargas), Salah. A disp.: Lezzerini, Pasqual, Ilicic, Gomez. All.: Montella

Arbitro: Cakir (Turchia)

Marcatori: 9′ rig. Rodriguez (F), 18′ Alonso (F), 21′ Basanta (F)

Ammoniti: Holebas, Ljajic (R); Basanta (F)

Espulsi: Ljajic (R)

Dinamo Mosca – Napoli: le formazioni ufficiali

Con inizio alle ore 18:00 sul terreno della Dinamo Mosca, il Napoli difenderà il vantaggio acquisito con il successo per 3-1 una settimana fa al San Paolo nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Non vi sono precedenti fra le due squadre, se non unicamente la partita d’andata: Mosca è stata già visitata dai partenopei nelle competizioni europee ed in entrambe le volte terminò con un’eliminazione.

Nel 1975 fu la Torpedo ad eliminare gli azzurri dalla Coppa Uefa mentre nella stagione 1990-91, nel secondo turno dell’allora Coppa dei Campioni, il Napoli di Maradona fu eliminato ai rigori dallo Spartak. Le formazioni ufficiali

Dinamo Mosca (4-2-3-1): Gabulov; Kozlov, Samba, Hubočan, Büttner;Vainqueur, Valbuena; Dzsudzsák, Kokorin (C), Zhirkov; Kuranyi. A disp.: Shunin, Douglas, Rotenberg, Danilkin, Yusupov, Ionov, Tashaev. All.: Stanislav Cherchesov.

Napoli (4-2-3-1): Andújar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; David López, Jorginho; Callejón, Gabbiadini, Mertens; Higuaín. A disp.: Rafael, Henrique, Zúñiga, de Guzmán, Hamšík, Inler, Zapata. All.: Rafael Benítez.

Arbitro: Bas Nijhuis (NED).