Manchester City: cambio di stemma “grazie” ai tifosi

lo

Il Manchester City ha dichiarato di avere intenzione di ridisegnare il logo del club dopo aver chiesto il parere ai propri tifosi. La maggioranza dei supporters dei citizens si è mostrata favorevole all’abbandono dello “scudo” con l’aquila all’interno per un ritorno al logo circolare. Dagli anni 30 in avanti , il club adottò un logo circolare, poi modificato nel 1960 con l’inserimento della rosa simbolo del Lancashire, fino a quando non comparve l’aquila nel 1997.

Sul sito ufficiale del club di Manchester, con un annuncio eclatante “ I tifosi hanno parlato ed il Club li ha ascoltati!”, Kevin Parker, segretario generale del Supporter’s Club, ha comunicato che: “Sono contento che torneremo di nuovo al disegno circolare che è stato il nostro simbolo in passato”.

Già nella prossima settimana dovrebbe essere reso noto lo stemma che accompagnerà il club biancoceleste nei prossimi tornei.

Il primo logo: 1930

Nel 1960 arriva la rosa

Barcellona: il Nou Camp del 1921, stadio Foixarda

campo

Non può essere il Nou Camp lo stadio ritratto nella foto ed il motivo è abbastanza semplice: la “casa” del Barcellona, teatro della sfida di stasera con la Roma per la Champions League, fu inaugurato soltanto nel 1957. L’immagine ritrae più precisamente l’Estadi Català, rinominato successivamente campo di Foixarda, che fu costruito sulla collina del Montjuïc, che dall’alto dei suoi “ben” 177 metri, domina la città. Nel 1917 il sindaco Manel Rius e il Presidente della federazione Atletica Catalana crearono un comitato per la candidatura di Barcellona ad ospitare le Olimpiadi del 1924: l’idea era realizzare una grande area dedicata agli impianti sportivi. Fu l’architetto Jaume Mestres a presentare il piano, individuando una zona disabitata della collina per la costruzione.

L’idea era grandiosa: lo stadio avrebbe dovuto accogliere 50.000 persone, utilizzando le terrazze naturali dell’area con una grande tribuna coperta sul lato nord, dotata di palchi privati, bars ed uffici mentre l’entrata principale avrebbe simboleggiato un Arco di Trionfo. Così nel gennaio del 1921 si diede inizio ai lavori e dopo soli tre mesi si disputò il primo match, non ufficiale, fra un team di architetti ed uno formato da giornalisti, con i primi che prevalsero per 6 a 3. Tuttavia, a distanza di sole due settimane, la gioia per la realizzazione dello stadio svanì. Il CIO infatti, decise di assegnare i Giochi Olimpici del 1924 a Parigi: in un primo momento la delusione per l’insuccesso ebbe il sopravvento, ma poi i lavori ripresero e in occasione del Natale del 1921 si poté inaugurare lo stadio con la sfida fra il Barcellona e lo Sparata Praga, a quei tempi vera potenza del calcio mondiale.

Barcelona280214d Foixarda

Furono 32.000 gli spettatori assiepati intorno al campo, con molti tifosi che scalarono, è proprio il caso di dire, la collina per non perdersi lo spettacolo. Le due squadre diedero vita d una doppia esibizione, con la prima vinta dagli ospiti per 3-2 mentre nella seconda i catalani vinsero per 2-0.

Lo stadio però non fu completato: dapprima le mancate Olimpiadi ed in seguito la Guerra Civile Spagnola, fecero andare in disuso la struttura. Il franchismo determinò anche il cambio di nome, che passò da Català a Fiuxarda, diventando campo municipale di rugby e tuttora esistente.

foixarda

 

.

Alvin Martin: 3 goals contro 3 portieri diversi nella stessa partita

west ham

Alvin Martin, ormai ex giocatore da un pezzo poichè l’ex difensore del West Ham attualmente ha ben 58 primavere sulle spalle, detiene tuttora un primato particolare. E’ riuscito infatti a realizzare una tripletta nella stessa partita battendo 3 portiere diversi!

Nel match disputato nell’aprile del 1986, vinto per 8-1 (!!!) contro il Newcastle, ha dapprima segnato la sua rete contro il portiere titolare Martin Thomas, la secondo contro il sostituto Chris Hedworth, entrato per infortunio del numero 1, e la terza contro addirittura Peter Beardsley, gloria del calcio inglese e del Liverpool, che indossò i guanti più per la disperazione che per un tentativo reale di porre un freno alla valanga di goals.

Addirittura la terza rete, giunta all’81°, arrivò su rigore, grazie ad una gentile concessione del rigorista designato degli Hammers, Ray Stewart, che lasciò battere il penalty a Martin, che siglò la sua prima ed unica tripletta in carriera. Tuttora quel’ 8-1 della primavera del 86 costituisce la vittoria più larga nella storia del West Ham.

hammer

 

 

 

Luis Suarez: se mi fischiano al Bernabeu, mi esalto

Luis-Suarez-527804

Tornano i campionati in Europa dopo la pausa per le nazionali e se in Italia, ci sarà il big match Juventus-Milan, sempre sabato la Liga proporrà il Clasico Real Madrid – Barcellona, con i blancos che inseguono in classifica i rivali catalani.

E nell’odierna conferenza stampa l’attaccante uruguaiano Luis Suarez, che torna in quel Santiago Bernabeu che nell’anno passato lo “battezzò” dopo i quattro mesi di squalifica per il morso a Chiellini, si è detto pronto per la sfida ed ha rafforzato il concetto: ” Sono contento perchè la squadra sta andando bene nelle ultime partite. Ho voglia di vincere e concludere la partita nel miglior modo possibile”. e come ha dichiarato nei giorni passati il compagno di squadra Piquè, l’atmosfera della Capitale non gli fa paura, anzi: ” Sappiamo bene come è Gery (Piquè). Anche io sono stato fischiato negli stadi inglesi e questo mi da una motivazione maggiore. Uno è un professionista e conto solo questo”, ha precisato Suarez.

Che si stia aspettando il peggior ambiente per dare il meglio? Sabato sarà una corrida, questo è sicuro, ma il Barcellona non  vuole essere incornato dal Matador blanco.

George Best: Top Ten delle sue reti

best george

Negli ultimi giorni sono emerse alcune rivelazioni in merito alla morte di George Best: secondo quanto riporta il dottor Jason Payne-James in un documentario dedicato al campione irlandese (Autopsy: The Last Hours Of George Best), il talento del calcio mondiale si sarebbe spento in seguito ad un’overdose di farmaci immunosoppressori. Tuttavia ci piace ricordare Best, la cui frase “Ho speso molti soldi in donne, alcool e macchine sportive, il resto li ho sperperati” è rimasta celebre, per le sue prodezze sul campo da calcio. ecco la Top Ten delle sue reti più belle nel corso della sua ventennale carriera.

L’allenatore di calcio con l’esonero record della storia

Leroy-rosenior

 

Leroy Rosenior deve essere l’allenatore più paziente della storia del calcio: nel 2007, precisamente il 17 maggio, firmò con il Torquay United, club inglese che militava allora in quarta serie. Tuttavia dopo appena 10 minuti dalla sigla del contratto, il proprietario e presidente Mike Bateson informò il povero Rosenior che il club era stato appena ceduto e che l’accordo era definitivamente saltato.

L’acquirente, Alex Rowe, aveva infatti deciso che non era la persona adatta per guidare il team, per la serie Sliding Doors nel calcio.

 

Rooney: amichevole con vecchie glorie per beneficenza

rooney

Manchester United vuole ringraziare Wayne Rooney, campione e bandiera dei Red Devils, per “aver sposato” la mitica squadra inglese. E Rooney giocherà con le vecchie glorie ribattezzate Manchester United XI contro una squadra ancora da designare nella prossima estate, più precisamente il 3 agosto 2016.

Il 30enne attaccante inglese ha già comunque deciso di destinare l’intero incasso in beneficenza, mediante la neonata  Wayne Rooney Foundation.

All’annuncio dell’incontro amichevole, Ronney, ormai alla sua 11-esima stagione con lo United ha voluto ringraziare innanzitutto i tifosi per l’affetto dimostrato nel corso della sua carriera all’Old Trafford.. Arrivato nel 2004 dall’Everton, Rooney finora ha vinto ben 5 Premier League, 2 Coppe di Lega ed una Champions League. Inoltre si trova a soli 13 reti dal top scorer di tutti i tempi del club, ovvero Sir Bobby Charlton. “Sono contentissimo che i fans dello United potranno celebrare questi meravigliosi anni trascorsi in questo modo da Wayne qui con noi”, ha dichiarato il vice presidente esecutivo Woodward.

L’agente del giocatore, Paul Stretford, ha voluto evidenziare il gesto benefico del suo assitito: ” non sono sorpreso perchè è tipico di Wayne come  uomo e padre. In seguito alla decisione di Wyane, stiamo lavorando affinche l’evento diventi imperdibile e memorabile per i fans che vorranno essere presenti”.

Ivanovic s’infortuna? Tifosi del Chelsea se la ridono

Branislav-Ivanovic-Chelsea

Branislav Ivanovic, difensore della nazionale della Serbia, è stato sostituito nel corso del match contro l‘Albania in seguito ad un infortunio. Il giocatore del Chelsea ha subito una lesione muscolare ed al momento la prognosi non è stata ancora ben definita. Tuttavia i tifosi dei Blues pare l’abbiano presa sul ridere, vedendo i post ed i meme apparsi nel mondo di Internet.

In Rete infatti si sprecano le battute tipo “Le cose migliorano per il Chelsea e Mourinho, Ivanovic si è infortunato”, “la lesione di Ivanovic è una pessima notizia….per i rivali del Chelsea, sono alcune delle reazioni segnalate.

iva

Brendan Rodgers: giocatore baseball americano confuso su Twitter

brendan-rodgers

 

 

 

Il mondo del web può portare anche a fare confusione. Dopo il derby di domenica contro l’Everton, finito in parità per 1-1, si è conclusa l’esperienza sulla panchina del Liverpool per il manager Brendan Rodgers. La dirigenza dei Reds, approfittando della pausa per le nazionali, ha optato per un nuovo ciclo, considerando che lla stagione 2015-16 è ancora all’inizio.

Ma a pagarne le conseguenze mediatiche è stato un giocatore di baseball della MLB, l’omonimo Brendan Rodgers, interbase dei Colorado Rockies, una delle 30 squadre professionistiche del passatempo preferito dagli americani. Dopo aver ricevuto circa 13.000 (!) messaggi sul profilo Twitter, il player dal cognome irlandese, ha twittato semplicemente, “Io non sono il manager del Liverpool”, sicuramente infastidito dall’eccessiva pubblicità (non gradita) ricevuta in poche ore.

brendan

Chelsea conferma Mourinho come allenatore dei Blues

File photo dated 26-09-2015 of Chelsea manager Jose Mourinho before the Barclays Premier League match at St James' Park, Newcastle. PRESS ASSOCIATION Photo. Issue date: Sunday October 4, 2015. Chelsea manager Jose Mourinho is anticipating a Football Association summons after Saturday's loss to Southampton, whether he is sacked or not. See PA story SOCCER Chelsea. Photo credit should read Owen Humphreys/PA Wire.

Altra sconfitta per il Chelsea di Mourinho nel week end di Premier League contro il Southampton, che segue al rovescio per 2-1 in Portogallo contro il Porto in Champions League. E la dirigenza dei Blues ha voluto diramare un comunicato ufficiale pubblicandolo sul sito del club per allontanare ogni ipotesi (temporanea?) di allontanamento di Mou dalla panchina della squadra campione in carica., un comportamento decisamente inusuale per una squadra di spessore come il club guidato da Abramovich.

Ecco il testo: “Il club intende rendere noto che Josè continua avendo tutto il nostro appoggio. Come Josè ha dichiarato, i risultati non sono stati sufficientemente buoni e le prestazioni della squadra devono migliorare. Senza dubbio, crediamo che abbiamo l’allenatore adeguato per voltare l’andamento della situazione della stagione ed ha a disposizione la squadra per farlo”.