Lega Pro: tutti i risultati di play-off e play-out

Prima Divisione – Girone A Semifinali Play Off: Virtus Entella-Lecce 1-1 Sud Tirol-Carpi 1-2 gare di ritorno domenica 2/6 Carpi–Sud Tirol ore 16 Lecce–Virtus Entella ore 17

Finali in programma il 9 ed il 16 giugno

Play Out: Tritium-Portogruaro 1-1 (ieri) Reggiana-Cuneo 1-1 gare di ritorno domenica 2/6 Cuneo–Reggiana ore 16 Portogruaro–Tritium ore 16 –

Girone B Semifinali Play Off: Pisa-Perugia 2-1 Nocerina-Latina 1-0 gare di ritorno domenica 2/6 Latina–Nocerina ore 16 Perugia–Pisa ore 15

Finali in programma il 9 ed il 16 giugno

Play Out: Barletta-Andria 2-0 Sorrento-Prato 1-1 gare di ritorno domenica 2/6 Andria–Barletta ore 16 Prato–Sorrento ore 16

Seconda Divisione – Girone A Semifinali Play Off: Renate-Venezia 1-1 Monza-Bassano 1-0 gare di ritorno domenica 2/6 Bassano-Monza ore 16 Venezia-Renate ore 16

Finali in programma il 9 ed il 16 giugno

Play Out: Valle d’Aosta-Rimini 0-2 gara di ritorno domenica 2/6 Rimini-Valle d’Aosta ore 16

Girone B Semifinali Play Off: Teramo-Aprilia 1-1 L’Aquila-Chieti 2-0 gare di ritorno domenica 2/6 Chieti–L’Aquila ore 16 Aprilia-Teramo ore 16

Finali in programma il 9 ed il 16 giugno.

Play Out: Gavorrano-Hinterreggio 2-1 gara di ritorno domenica 2/6 Hinterreggio-Gavorrano ore 16.

Lotito e la sua battaglia contro “i portoghesi” allo stadio

Per Lotito il calcio non è solo la la Lazio, ma da due stagioni a questa parte nel suo cuore  c’è anche la Salernitana, che rilevò con il cognato e che ha riportato già in Prima Divisione, con due promozioni consecutive.

Intervistato dall’emittente campana Lira Tv per il programma “Goal su Goal”, Lotito ha esordito con i toni entusiasti in merito all’aspetto tecnico: “Dovevamo vincere il campionato e l’abbiamo fatto, dovevamo arrivare primi e ci siamo riusciti, adesso ci resta la Supercoppa che sarebbe la ciliegina sulla torta, il primo trofeo nella storia della Salernitana”.

E’ poi voluto intervenire, sulla questione pubblico, che ritiene essere componente fondamentale per sostenere la Salernitana ed ha usato le sue note perifrasi , con un velo d’ironia:  “Cominciamo a creare rapporti biunivoci. Se c’è un atto di amore e di grande passione da parte di due persone – io e mio cognato – vogliamo che venga corrisposto soltanto con una presenza. Se mi si chiede di entrare gratis non è un atto d’amore ma una donazione unilaterale. La gente deve capire che deve esserci un’osmosi continua dove c’è una società che ha dimostrato di avere capacità e professionalità nell’investire le risorse e che hanno l’ambizione di volerla farla crescere ulteriormente. Capiamo le situazioni ma vorremmo che la gente recepisca quanto sia importante la loro presenza allo stadio”

SPL: Celtic campione di Scozia

Il Celtic soffre per un’ora contro l’Inverness CT di coach Terry Butcher ma, dopo aver sbloccato il risultato con Hooper, i Bhoys dilagano (4-1) e conquistano il 44° titolo di Campioni di Scozia della loro storia.

Dopo la vittoria del Motherwell nell’anticipo di venerdì, in cui gli Steelmen si sono imposti 3-1 sul campo del Dundee United, gli Hoops dovevano vincere nel posticipo della 34° giornata, in programma domenica all’ora di pranzo, per conquistare il titolo con quattro giornate di anticipo. Come detto, i gol di Hooper (che metterà a segno una doppietta), Ledley e Samaras danno il via alla festa del Celtic Park, gremito da 55mila spettatori. Per l’Inverness CT a segno Doran al 90′ per il gol della bandiera. Adesso per il Celtic occhi puntati sulla finale di Scottish Cup di Hampden contro l’Hibernian, per un double interno che manca dal 2007. La conquista del titolo da parte del Celtic qualifica automaticamente gli Hibs, finalisti, alla prossima edizione dell’Europa League.

SPL – 34° giornata

Dundee United-Motherwell 1-3

Kilmarnock-Hearts 0-1

St.Mirren-Dundee FC 1-2

Celtic-Inverness CT 4-1

St.Johnstone-Ross County 2-2

Hibernian-Aberdeen (stasera 7.30pm BST)

SFL: Partick Thistle promosso in Scottish Premier League

 Il Partick Thistle, squadra della città di Glasgow, ha conquistato la vittoria della First Division scozzese battendo in trasferta 2-0 il Falkirk e si è guadagnato il ritorno nella massima serie scozzese, la SPL. Alan Archibald, il nuovo manager che ha preso il posto di McNamara (passato al Dundee United), è riuscito a riportare i giallorossi in Premier dopo aver perso, ai rigori, la finale di “Ramsdens Cup” contro il Queen of the South. Per loro, il premio sarà il derby con il Celtic nella prossima stagione, visto che i Rangers saranno ancora impegnati nella risalita dalle categorie inferiori (i Gers hanno vinto il titolo di Third Division).

I Jags mancavano dalla Premier League da qualche stagione, dopo la retrocessione che risale a quasi un decennio fa; la festa è stata rinviata a sabato scorso perchè nello scontro diretto contro il Morton, giocato al “Firhill Stadium” settimana scorsa, i rivali per la corsa alla promozione avevano imposto al Thistle il pareggio casalingo. Tuttavia, ai Jags serviva un punto nella trasferta a Falkirk per conquistare la promozione e i quasi duemila tifosi al seguito hanno dovuto attendere la ripresa per celebrare la conquista del titolo, grazie alle reti Dowie (50′) e Erskine (78′). Al termine della gara è iniziata la festa. I Jags sono riusciti nell’impresa al termine di una stagione che li ha visti lottare con Morton e Dunfermline per il vertice. I Pars sono stati eliminati dalla corsa al titolo dopo i problemi finanziari, l’ingresso in amministrazione e la decurtazione di 15 punti, mentre il Greenock Morton ha conteso ai Jags la prima posizione fino alle ultime giornate.

A Macalli (LegaPro) non piace la politica degli sconti

Avversione per il ricorso al TNAS, che concede quasi sempre il beneficio di una riduzione di pena, politica attuata nel corso di questi mesi per le condanne comminate per l’ultimo scandalo di calcio scommesse.

Ma Mario Macalli, presidente della Lega Pro non gradisce affatto questo sistema ed ha dichiarato: «E’ un grado di giudizio che non serve, se non a fare sconti e ridurre pene già stabilite. In questo periodo, in cui sia Coni che Figc, nonché la stessa Lega Pro, stanno vagliando soluzioni per riformare la giustizia sportiva e renderla più efficace, il Tnas non ha più ragione di esistere. La giustizia sportiva dovrebbe avere due soli gradi, come quella ordinaria valevole per qualsiasi normale cittadino. Così non va bene».

La Lega Pro contraria: non siamo succursale della Serie A

L’idea di un campionato riserve destinato ai giocatori poco impiegati nel massimo torneo era stata resa pubblica settimana scorsa e seguendo l’idea di ciò che accade al momento in Spagna ,con le compagini B che militano regolarmente nei tornei inferiori, si era anche ipotizzato di inserire squadre nell’attuale Lega Pro.

Ma il numero uno Macalli, nell’intervista a Repubblica, ha chiuso le porte ad ogni tentativo: «La questione delle seconde squadre in Lega Pro è chiusa per sempre, anzi non è mai cominciata. Siccome ci vuole il nostro ok per farle passare, il nostro ok non c’e’. Non ne abbiamo neanche parlato e non era neanche all’ordine del giorno. Multi-proprietà? Se ne può discutere, ma anche li’ con dei paletti: i soldi che noi riceviamo dallo Stato dovrebbero andare solo a presidenti non in multiproprietà, e la governance della Lega va affidata solo ai presidenti che non sono il multiproprietà. Noi abbiamo la nostra dignità. In Lega Pro ci sono i più grandi imprenditori italiani e nel fare l’operazione della multiproprietà bisogna stare molto attenti perchè bisogna rispettare l’autonomia di ogni Lega. Io non vado ad invadere quelle degli altri. Anche a me piacerebbe che la Serie A disputasse i play-off e i play-out ma non vado a chiederlo».

SPL: comunicato il calendario delle ultime cinque giornate

La SPL ha comunicato nel pomeriggio di oggi il calendario delle ultime cinque giornate di campionato, dopo lo “split” al termine delle 33 giornate già disputate. Il Celtic, campione in carica, potrebbe conquistare il titolo già al prossimo turno, se dovesse battere l’Inverness CT nella sfida in programma al “Celtic Park”. Nella parte bassa, spicca il derby di Edimburgo, il quarto stagionale, in programma domenica 12 maggio a mezzogiorno.

Post-split fixtures

Clydesdale Bank Premier League post-split fixtures 2012/13

34 Giornata

TOP SIX

Friday April 19
Dundee United v Motherwell – 7.30pm (live, ESPN)

Sunday April 21
Celtic v Inverness CT – 12.45pm (live, Sky Sports)
St Johnstone v Ross County – 4.05pm (live, BBC ALBA)

BOTTOM SIX

Saturday April 20
Kilmarnock v Hearts – 3pm
St Mirren v Dundee – 3pm

Monday April 22
Hibernian v Aberdeen – 7.30pm (live, ESPN)

35 Giornata

TOP SIX

Friday April 26
Ross County v Dundee United – 7.35pm (live, BBC ALBA)

Saturday April 27
St Johnstone v Inverness CT – 12 noon (live, ESPN)

Sunday April 28
Motherwell v Celtic – 12.45pm (live, Sky Sports)

BOTTOM SIX

Saturday April 27
Aberdeen v Kilmarnock – 3pm
Dundee v Hearts – 3pm
Hibernian v St Mirren – 3pm

36 Giornata

TOP SIX

Saturday May 4
Dundee United v St Johnstone – 3pm
Inverness CT v Motherwell – 3pm

Sunday May 5
Ross County v Celtic – 12 noon (live, ESPN)

BOTTOM SIX

Saturday May 4
Hearts v St Mirren – 3pm

Sunday May 5
Dundee v Aberdeen – 3pm
Kilmarnock v Hibernian – 3pm (live, Sky Sports)

37 Giornata

TOP SIX

Saturday May 11
Celtic v St Johnstone – 12.15pm (live, Sky Sports)
Inverness CT v Dundee United – 3pm

Sunday May 12
Motherwell v Ross County – 4.05pm (live, BBC ALBA)

BOTTOM SIX

Saturday May 11
Dundee v Kilmarnock – 3pm
St Mirren v Aberdeen – 3pm

Sunday May 12
Hearts v Hibernian – 12 noon (live, ESPN)

38 Giornata

TOP SIX

Sunday May 19
Dundee United v Celtic – 12.45pm
Ross County v Inverness CT – 12.45pm
St Johnstone v Motherwell – 12.45pm

BOTTOM SIX

Saturday May 18
Aberdeen v Hearts – 3pm
Hibernian v Dundee – 3pm
Kilmarnock v St Mirren – 3pm

SPL: Celtic a 3 punti dal titolo

Si è disputata nello scorso fine settimana l’ultima gara della stagione “regolare” del massimo campionato scozzese, prima dello split, ovvero la divisione delle squadre in due gruppi, con le prime sei in classifica a sfidarsi tra loro per il titolo di Campione di Scozia e la qualificazione alle coppe europee, e le ultime sei per evitare la retrocessione in First Division.

Il Celtic ha battuto nettamente (3-0) l’Hibernian al “Celtic Park” grazie alla doppietta di Commons (16′, 52′) e al gol del difensore svedese Lustig (61′), ma a causa del contemporaneo pareggio casalingo del Motherwell (2-2 contro il St.Mirren, ancora in gol McFadden) dovrà aspettare la prossima gara per festeggiare il titolo di Campione di Scozia. Se in vetta le posizioni erano quasi definite prima dell’ultimo turno, la sconfitta degli Hibs costringe il club di Edimburgo ad un’altra stagione nella parte bassa della classifica, così come l’Aberdeen, sconfitto 1-0 al “Tannadice” dal Dundee United che aggancia così l’ultimo posto disponibile per una post season da piani alti, e al Kilmarnock, battuto in casa 1-2 dal Dundee FC che resta aggrappato alla matematica prima di abbandonare ogni speranza di salvezza. Non basta, al Killie, il gol del ritrovato attaccante Kris Boyd. Gli Hearts chiudono col botto battendo il Ross County 4-2 al Tynecastle; ospiti avanti due volte, con la doppietta di Wohlfahrt, raggiunti due volte dagli Hearts, prima da Ngoo e poi da Holt, che passano in vantaggio grazie all’autogol di Ikonomou e chiudono la partita con Ngoo, che realizza la sua personale doppietta. Nel consueto anticipo del venerdì, pari (0-0) tra Inverness e St.Johnstone.

Adesso due settimane di pausa, per le semifinali di Scottish Cup, prima di ripartire con le ultime cinque giornate post-split.

SPL 33° giornata

Inverness CT-St.Johnstone 0-0 (venerdì)

Celtic-Hibernian 3-0

Dundee United-Aberdeen 1-0

Heart of Midlothian-Ross County 4-2

Kilmarnock-Dundee FC 1-2

Motherwell-St.Mirren 2-2

Classifica: Celtic 69 punti (33 partite), Motherwell 54 (33), Inverness CT 51 (33), St.Johnstone 46 (33), Ross County 45 (33), Dundee United 44 (33); Kilmarnock 42 (33), Aberdeen 41 (33), Hibernian 40 (33), Hearts 37 (33), St.Mirren 36 (33), Dundee FC 23 (33).

Queen of the South conquista la “Ramsdens Cup”

Il Queen of the South, squadra della città di Dumfries, ha conquistato la “Ramsdens Cup” battendo il Partick Thistle nella finale dell'”Almondvale Stadium” di Livingston (esaurito in ogni ordine di posto, 9452 spettatori), ai calci di rigore. Dopo 120′ di gioco, il risultato era 1-1.

La gara, chiusa sullo 0-0 al termine dei novanta minuti canonici, ha vissuto le più grandi emozioni nei tempi supplementari. I Doonhamers, che hanno già vinto con larghissimo margine la Second Division guadagnandosi il ritorno nella seconda serie scozzese, sono passati in vantaggio al 101′ con il gol di Clark; i Jags, nonostante abbiano fallito un rigore allo scadere del secondo tempo supplementare e abbiano chiuso in 10 uomini, sono riusciti nell’impresa di portare la finale ai calci di rigore nei minuti di recupero, grazie al gol di Doolan. Dal dischetto, il Queen of the South è stato più preciso e si è imposto 6-5.

La “Ramsdens Cup”, anche chiamata Challenge Cup, è una competizione riservata alle 30 squadre che competono in First, Second e Third Division in Scozia; è gestita dalla Scottish Football League e si disputa dal 1990.

Queen of the South 6 (1) (Clark 101′)

Partick Thistle 5 (1) (Doolan 120′)